Home __sec1 __sec2 Big Time ROCK CONTEST 2023 - TUTTI I VINCITORI DELLA FINALE
Home __sec1 __sec2 Big Time ROCK CONTEST 2023 - TUTTI I VINCITORI DELLA FINALE

ROCK CONTEST 2023 - TUTTI I VINCITORI DELLA FINALE


 ROCK CONTEST 2023

Vince la 35esima edizione del concorso nazionale per musicisti emergenti DUCK BALENO

Al secondo posto LAZZARO

Terzo classificato EDGAR ALLAN POP

 

Per Regione Toscana

si aggiudicano il Premio Enrico Greppi “Erriquez” ELSO

LAZZARO il Premio FSE/Giovanisì 

 

ELSO conquista anche il Premio Publiacqua

e a LAZZARO il Premio “Best Live Experience”.

Il Premio Ernesto De Pascale a SAUL PROJECT



ROCK CONTEST 2023

Vincono la 35esima edizione

del concorso nazionale per musicisti emergenti DUCK BALENO

Al secondo posto LAZZARO

Terzo classificato EDGAR ALLAN POP

 

Per Regione Toscana

si aggiudicano il Premio Enrico Greppi “Erriquez” ELSO

LAZZARO il Premio FSE/Giovanisì 

 

ELSO conquista anche il Premio Publiacqua

e a LAZZARO il Premio “Best Live Experience”.

Il Premio Ernesto De Pascale a SAUL PROJECT

 

Sono i veronesi DUCK BALENO con la loro sintesi che unisce pop, rock, elettronica, folk, psichedelica, funk, i vincitori del Rock Contest 2023. Al secondo posto il sound elettronico del pistoiese LAZZARO e terzo classificato il pop non convenzionale tra indie e hip hop del romagnolo EDGAR ALLAN POP.

 

Una serata quella al Viper Theatre di Firenze che ha visto sul palco gruppi con esperienze musicali decisamente diverse: la canzone d'autore velata di synth-wave del pistoiese Lazzaro, gli Slebo, da Terni, tra post punk e rave techno con testi in italiano, il potentissimo duo fiorentino The Stand con il loro indomito hardcore digitale, il granitico post-grunge in italiano dei trentini Humus, da Verona i Duck Baleno, che potremmo inserire a pieno nella scena internazionale del “global psych rock” e il cantautorato pop d’avanguardia del romagnolo Edgar Allan Pop oltre all’inedita accoppiata degli ospiti speciali BUGO e NEW CANDYS.

 

A stilare la classifica una giuria di esperti composta da musicisti, discografici, addetti ai lavori, critici musicali e i direttori artistici dei tanti festival che quest'anno hanno collaborato con il Contest. Tra i tanti, Piero Pelù, BugoAndy Fumagalli dei Bluvertigo, Alessandro Nutini della Bandabardò, Antonio Aiazzi (Litfiba), Alessandro Baronciani,  e altri addetti ai lavori come giornalisti specializzati, i rappresentanti di Audioglobe, Sam Recording Studio, Woodworm Label, Black Candy, Locusta Booking, GRS - General Recording Studio, Dischi Sotterranei, Ferramenta Dischi, Pulp Dischi, Panico Concerti, Dischi Bastardi, i direttori artistici di Ypsigrock (Castelbuono - Palermo), Cinzella (Grottaglie - Taranto), Ferrara Sotto Le Stelle, Artico Festival (Bra - Cuneo), L'ars Rock Fest (Chiusi Scalo - Siena), WØM Fest (Lucca), Fans Out Festival,(Costigliole d'Asti), Let's Festival 2023 (Castelfranco di Sotto - Pisa) e, come di consuetudine in giuria anche la vincitrice della scorsa edizione, Martina Saladino, in arte Marte.


A condurre l’intensa serata Giustina Terenzi e Giovanni Barbasso di Controradio e Silvia Boschero di Radio Rai. 

 

Hanno infuocato la serata come special guest i New Candys, punta di diamante del rock psichedelico nostrano “da esportazione”. Con il loro inconfondibile suono oscuro, la band veneta ha all'attivo tour in tutta Europa, UK, Stati Uniti, Canada, Messico ed Australia, partecipazioni ai più importanti festival internazionali. Con loro sul palco anche Bugo per interpretare insieme la loro cover di “Io mi rompo i coglioni” diventata “Everything’s Fucking Boring”.

 

I PREMI ASSEGNATI

Oltre 15.000 euro il valore complessivo dei premi assegnati, come sempre votati alla crescita e allo sviluppo professionale dei musicisti in gara.

DUCK BALENO, primi classificati, avranno a disposizione 3.000 euro da investire in un progetto artistico, LAZZARO, secondo classificato, potrà usufruire di 5 giornate in studio di registrazione con Andrea Ciacchini presso il prestigioso Sam Recording Studio di Lari. A  EDGAR ALLAN POP, terzo classificato, va invece un gettone di 500 euro. Ma oltre a questi premi, che hanno riguardato i live della finale, una serie di premi tematici ha invece attinto all’intera rosa dei 30 selezionati per l’edizione 2023.

 

Il Premio Fondo Sociale Europeo/Giovanisì (2.000 euro da investire in servizi legati all'evoluzione artistica del vincitore), giunto alla settima edizione, è il riconoscimento finanziato dalla Regione Toscana nell’ambito della campagna di informazione sugli interventi del Fondo Sociale Europeo Plus dedicati ai giovani e sulle altre opportunità di Giovanisì, il progetto regionale per l’autonomia dei giovani. Ad essere premiato il brano che meglio è riuscito ad esprimere desideri e inquietudini dei giovani e, in generale, la condizione giovanile: “Oro” di Lazzaro.

 

Questa la motivazione ad esegesi del premio: “Il conflitto generazionale diacronico, la stasi del mondo adulto in collisione con lo slancio vitale dei giovani, la paura destabilizzante nella tormentata ricerca del proprio posto nel mondo, “Oro” è il disincanto per una mancata età aurea dell’esistenza, la presa di coscienza di una Fata Morgana vestita di desideri e disillusioni”.

 

Per la terza edizione del Premio Enrico Greppi “Erriquez”, messo in palio dalla Regione Toscana con il Fondo Sociale Europeo Plus e dedicato alla memoria del leader della Bandabardò (2.000 euro in servizi legati all'evoluzione artistica del vincitore) è stato individuato in “Gentilezza” di Elso il brano che si è maggiormente distinto per la positività dei valori e dell’impegno sociale, in continuità con la produzione artistica e la carica umana trasmessa da Erriquez durante tutta la sua vita.

 

Motivazione: “La ricerca di un’isola dove ancorare le proprie speranze e permettersi di sentirsi fragili in un mondo pieno di insidie che non fa sconti. Il tentativo di smuovere un’umanità fatta da montagne innevate di quotidianità, indifferenza ed egoismo, ed esortarla a recuperare quel senso che le è proprio, spesso dimenticato, e sentirsi completi e vivi nel rispetto reciproco”.

 

“Gentilezza” di Elso si è aggiudicato anche il Premio Publiacqua, riconoscimento indirizzato al brano che meglio esprime i temi della sostenibilità, climate change, biodiversità, accessibilità alle risorse, inclusione e uguaglianza. Il Premio, indetto da Publiacqua SpA, consiste nella produzione di un videoclip musicale che sarà realizzato da The Factory PRD, casa di produzione video-cinematografica con all'attivo importanti collaborazioni (Max Gazzé, Levante, Emis Killa, Cristina Donà).

 

Motivazione: “Una rivoluzione che parte dal personale, da piccole, semplici cose, un mutamento di atteggiamento come motore di una società più giusta ed inclusiva.”

 

Il Premio Ernesto De Pascale, in collaborazione con la testata Il Popolo Del Blues, per la canzone che meglio coniuga musica e testo in italiano è stato assegnato ai lucchesi SAUL PROJECT con il brano omonimo.

 

Infine, la novità 2023, il Premio Best Live Experience a LAZZARO. Grazie ad Arte Residente LAZZARO potrà usufruire di 3 giorni di residenza artistica presso il Teatro Marchionneschi di Guardistallo (PI) per preparare il proprio concerto in uno spazio tecnologicamente all'avanguardia, con la supervisione di Antonio Aiazzi (Litfiba, Timoria, etc.)

 

Il Rock Contest è organizzato da Controradio e Controradio Club in collaborazione con Regione Toscana – Fondo Sociale Europeo Plus – Giovanisì, con il contributo di Regione Toscana, Comune di Firenze e Publiacqua, il sostegno di SIAE -  Società Italiana degli Autori ed Editori, sponsor B&C Speakers.

Sponsor tecnici: Audioglobe e Sam Recording Studio.

 

L’immagine ufficiale del Rock Contest 2023 porta la firma di Alessandro Baronciani, proseguendo così una collaborazione nata nel 2015.


Tutte le informazioni su www.rockcontest.it.

Altri contatti: 055.73.999.46 (Lun./Ven. 11:00-13:00 e 14:00-15:00)

E-mail - contest@controradio.it.

Facebook/Instagram/TikTok: @rockcontestcontroradio

Ufficio Stampa per Rock Contest: Big Time – pressoff@bigtimeweb.it

 

 

BREVI BIO DEGLI ARTISTI IN FINALE

 

 

DUCK BALENO

Duck Baleno è l'incontro di diversi progetti musicali in cui, dal 2019 con questo nome, dialogano le varie influenze individuali: pop, rock, elettronica, folk, psichedelica, funk. La band veronese ha già portato la sua musica in club e festival del nord Italia e dal 2020 ha iniziato a pubblicare musica originale, con Ambro (già nei C+C=Maxigross) come principale compositore e produttore. Il primo singolo Enough Time è inserito dal marchio Vans tra i migliori 5 artisti di Vans Musicians Wanted. Nel primo album Popa’s Nightmare, le contaminazioni che hanno caratterizzato il gruppo esplodono in un’atmosfera cupa ma fortemente onirica, accompagnando l’ascoltatore in un sogno immerso in diversi mondi musicali.

 

LAZZARO

Nato nel 1997, "cresciuto - e morto -” nella provincia pistoiese, Lazzaro ha già all’attivo, dopo anni di ricerca e sperimentazione, un primo album omonimo, “Lazzaro”. Su elettronici tappeti dal sound decisamente “clubbing”, si appoggiano testi in italiano dal sapore dream pop.

 

EDGAR ALLAN POP

Edgar Allan Pop è il progetto del romagnolo Enrico Garattoni, "un gioco di parole leggero dietro cui si nasconde un mondo alienante. Le influenze, dal cantautorato al punk, amoreggiano dando vita a un pop non convenzionale, spigoloso, mutevole ma sfacciatamente orecchiabile.

Nei testi zigzagano fra aggressività e malinconia, tra hip hop, trap e indie rock. Flussi di coscienza che esprimono l'urgenza di sentimenti semplici sotto forma di storie di provincia sconnesse, spontanee, sincere e abbastanza impossibili, saldamente ambientate a Savignano sul Rubicone, in provincia di Forlì-Cesena)".

Dal 2019 ha iniziato a pubblicare una serie di singoli ottenendo ottimi riscontri.

 

SLEBO 

Slebo nasce a Terni dall'idea di Samu, Raniero e Daniele di creare un progetto musicale, in lingua italiana, che unisca l’elettronica-techno con l’impatto live del post-punk. Prima un duo, poi un trio, poi di nuovo un duo, la formazione cambia rapidamente nel tempo fino ad arrivare a quella a cinque di oggi. Proiezioni visual acide e arroganti, casse martellanti, suoni stridenti e chitarre nervose sono il marchio di fabbrica della band.

 

THE STAND 

Il duo fiorentino così si presenta, e tanto basta: “Le urla dell’uomo, il rumore della macchina: giochiamo a campana fra breakcore e punk hardcore. Siamo anestetizzati, perché il nostro cuore è spezzato. Siamo in difficoltà nel parlare di ciò che ogni giorno vediamo: il lato più leggero della distopia digitale. Serbiamo rancore. Siamo The Stand”.

 

HUMUS 

Humus è un progetto post-grunge nato a Trento nel 2012. Nel 2013 produce il primo EP "Uno alla volta", disco dalle sonorità chitarristiche potenti, crude e graffianti che caratterizzano l’intera produzione successiva. Nel 2017 nasce "Cambia Voce", l’album d’esordio, che li porta ad un lungo tour e a condividere il palco con importanti band italiane ed internazionali come Ministri, Gazebo Penguins, Gogol Bordello. Nel febbraio 2023 è uscito "Non è giusto", il secondo album.

 

 

ROCK CONTEST 2023 – LA 35ESIMA EDIZIONE

 

Il Rock Contest è diventato nel tempo un vero e proprio luogo di incontro fra gli artisti emergenti, gli addetti ai lavori e i rappresentanti più affermati del panorama musicale, un punto di riferimento in grado di favorire la sperimentazione anticipando gusti e tendenze e un’importante opportunità di visibilità e crescita professionale per giovani artisti.

Sono tanti i nomi che negli anni hanno collaborato o calcato il palco del Rock Contest nelle vesti di partecipanti in gara, giurati o ospiti live: Samuel e Boosta dei Subsonica, Patti Smith, Dario Brunori, Aimone Romizi, Alberto Ferrari, Andrea Appino, Calibro 35, Colapesce, Cristina Donà, Ligabue, Dente, Diodato, Emma Nolde, I Ministri, Iosonouncane, Irene Grandi, Lo Stato Sociale, Manuel Agnelli, Motta, Offlaga Disco Pax, Piero Pelù, Tre Allegri Ragazzi Morti, Enrico Greppi della Bandabardò, Stefano Bollani e molti altri ancora.

 

Per l’edizione 2023, tra circa 600 iscritti sono stati selezionati 30 progetti musicali provenienti da tutta l’Italia, un caleidoscopio sonoro estremamente variegato (quest’anno equamente suddiviso tra l’uso della lingua italiana e di quella inglese) in cui, oltre alle contemporanee declinazioni del rock, a un ritorno delle atmosfere trip hop, alla sperimentazione più estrema, hanno fatto bella mostra di sé urgenti contaminazioni di una nuova forma di canzone “d’autore” con tanto di “cassa dritta” (quindi estremamente ballabili), autotune e sature trame elettroniche.

 

Nella valutazione dei progetti in gara sono stati coinvolti musicisti affermati della scena indipendente italiana, ma anche le direzioni artistiche di alcuni dei più importanti festival presenti in tutta la penisola, grazie ad una collaborazione iniziata nel 2022 e che si è rinnovata per offrire ai 30 selezionati l'opportunità di essere inclusi nelle varie line up delle manifestazioni associate (Ypsigrock, Cinzella, Artico Fest, Lars Rock Fest, OffTune Festival, WØM Fest, Fans Out Festival, Ferrara Sotto Le Stelle, LET'S Festival) e le realtà discografiche Woodworm Label, La Tempesta Dischi, Dischi Sotterranei, Audioglobe, Picicca, Rc Waves, Black Candy Records, oltre alle agenzie di booking Locusta e Panico Concerti.

Parte della giuria anche il pubblico in sala e quello delle dirette social (Facebook e Youtube del Rock Contest ma anche sulle pagine web www.rockcontest.it e www.controradio,it), potendo votare online sulla pagina dedicata.